Home Calciomercato Attacco Juve: un colpo se resta CR7, due se parte

Attacco Juve: un colpo se resta CR7, due se parte

66
dzeko-capitano-roma
dzeko-capitano-roma

Attacco Juve – Un centravanti, per cominciare. Uno vero, un numero nove come non si possono considerare né Cristiano Ronaldo (nel caso in cui restasse) né Alvaro Morata (aspettando l’annuncio del rinnovo del prestito), nonostante buone intenzioni presunte o reali. 

Questa è la priorità in casa Juve per l’attacco, in attesa di capire cosa deciderà di fare CR7: una prima punta serve comunque, forse a maggior ragione. Certo, cambiano le disponibilità economiche, ma sul centravanti lavora in ogni caso Federico Cherubini per accontentare le richieste di Max Allegri.

Poi se Ronaldo invece lasciasse la base, allora bisognerà anche raddoppiare i colpi in attacco, pure considerando la pace forzata da fare con Paulo Dybala: a quel punto anche un giocatore con caratteristiche diverse servirà. D’altronde “è la somma che fa il totale”, se tre punte erano poche nelle ultime due stagioni, quattro non potranno essere troppe la prossima. 

Attacco Juve, tutte le idee di Allegri

DZEKO – Alla voce usato sicuro. Ma anche alla voce super occasione. Non può essere lui l’erede di Ronaldo, non più. Ma come quarta punta, gratis o poco più, andrebbe a completare il reparto portando qualità, esperienza, centimetri e gol.

VLAHOVIC – Piace tanto, anzi tantissimo. La Juve lavora ai fianchi suoi e della Fiorentina, con la consapevolezza che il vero assalto dovrà essere rimandato di una stagione. Per la prossima Rocco Commisso non apre, il rinnovo però non precluderà di riparlarne tra dodici mesi.

ICARDI – A volte ritornano e lui in realtà non è mai uscito dagli obiettivi bianconeri. Piace da sempre ad Allegri, convinto com’è di poterlo riportare in vetta alla classifica marcatori della serie A. Il gioco di incastri col Psg non è semplice, nemmeno impossibile.

MILIK – Costa poco, se in salute garantisce quello che serve alla Juve. Ma lo storico infortuni rappresenta un’incognita che spaventa.

GABRIEL JESUS – Trovare un’intesa con il City è tutt’altro che semplice. E non è lui il prototipo del centravanti di allegriana memoria. Senza CR7, però, può diventarne l’erede. Quando lasciò il Brasile fu a un passo dalla Juve, che non lo ha di certo dimenticato.

DEPAY – In Spagna si registra il controsorpasso del Barcellona, ammesso e non concesso che la Juve sia mai riuscita a smuovere i blaugrana dalla posizione di vantaggio. Ma un tentativo per tentare l’inserimento negli scorsi giorni, giocando sull’intasamento dell’attacco di Koeman che ha rallentato l’ingaggio di Depay, c’è stato. Partita forse chiusa, ma fino alla firma non sono escluse sorprese. Anche qui, però, si parla di un giocatore ipotizzato per il post-Ronaldo e non per una complicata convivenza.

depay-lione-juve
depay-lione-juve

fonte: ilbianconero.com

Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Dopo varie esperienze lavorative nell'ambito giornalistico, mi sono specializzato in quello sportivo e in particolare con il portale Calcioj.com. Da sempre pratico sport con una passione particolare per il calcio e la bici. Occhio sempre vigile sull'evoluzione dell'informazione.