Di Maria Juve, ci sono due nodi da sciogliere: la situazione

Di Maria Juve – La giornata di campionato che si è appena conclusa ha fornito un assist delizioso alla Juve di Max Allegri che, domani sera avrà forse la più grande occasione della stagione per mettere definitivamente in cassaforte il discorso legato alla qualificazione alla Champions.

I passi falsi di Fiorentina e Roma infatti, lanciano la Vecchia Signora verso il quarto posto e a questo punto diventa quasi imperativo iniziare a pensare anche a quella che sarà la prossima stagione.

Con il mercato ormai alle porte è inevitabile iniziare sin da ora ad intavolare delle trattative e uno dei nomi che in questi ultimi giorni è stato prepotentemente accostato a Madama è quello di Angel Di Maria

Di Maria Juve, ecco i nodi da sciogliere

VIA DA PARIGI – Dopo più di 7 stagioni è arrivata al capolinea la storia d’amore tra il Psg e il fuoriclasse argentino che, ha iniziato già a guardarsi attorno. Così come ha fatto il suo agente, il quale ha iniziato a proporre il cartellino del giocatore alle big di mezza Europa e un talento del calibro di Di Maria fa gola a numerosi club, specie se a costo zero. 

LE CIFRE – Al momento l’ostacolo maggiore è rappresentato dall’elevato ingaggio che l’esterno percepisce, circa 7,5 milioni di euro più bonus che, in totale farebbero 10. Un pò troppi per la nuova linea adottata dai dirigenti bianconeri, i quali hanno stabilito un tetto massimo di circa 7,5 milioni di euro totali ( cifra percepita attualmente da Dusan Vlahovic).

In un secondo momento bisognerà anche capire quali saranno le cifre da commissionare al suo procuratore, sperando di non incappare nelle stesse problematiche affrontate nella situazione legata a Paulo Dybala.

Dalle parti della Continassa potrebbe arrivare una proposta per un biennale da 6 milioni di euro a stagione che al momento, indicherebbero la Juve come la squadra più vicina a garantirsi le prestazione del Fideo. 

ESIGENZE – Con l’eventuale arrivo di Di Maria, i bianconeri andrebbero a formare un reparto offensivo da brividi, con Dusan Vlahovic al centro e Federico Chiesa sul fronte opposto da quello che occuperà il fantasista del Psg.

L’unico dubbio arriverebbe dalla sua cartella anagrafica che, rivela un’età un pò troppo avanzata per le ideologie della Juve, ma va ance considerato che stiamo parlando di uno dei giocatori più forti ed esperti dell’intero panorama calcistico e di gente così ce n’è sempre un gran bisogno. 

dimaria
dimaria

fonte: ilbianconero.com

Leonardo Costahttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Dopo varie esperienze lavorative nell'ambito giornalistico, mi sono specializzato in quello sportivo e in particolare con il portale Calcioj.com. Da sempre pratico sport con una passione particolare per il calcio e la bici. Occhio sempre vigile sull'evoluzione dell'informazione.

ultimi articoli