“Allegri? Gli ho proposto un cavallo, Corto Muso”, l’annuncio

Può sorridere Max Allegri. Magari non per la Juve, ma almeno per i suoi cavalli che mietono vittorie in Francia. Cinque ne segue il noto allenatore Alessandro Botti a Chantilly, che ne parla alla Gazzetta dello Sport.

Intervista cavalli Allegri

Che proprietario è Max?

«Ci siamo incontrati di persona prima di Psg-Juve. Abbiamo preso un caffè all’hotel e chiacchierato sulla passione che coltiva da sempre con gli amici livornesi. Ci siamo scambiati vedute sui rispettivi sport, mi ha raccontato la sua giornata tipo e ha voluto sapere come si lavora a Chantilly, dove però non è ancora riuscito a venire. Adesso abbiamo pure qualche cavallo insieme».

Tra cui il famoso Corto Muso.

«Era di un mio cliente, gliel’ho proposto al 20%. Il nome l’ha scelto mia moglie Ilaria, ex giornalista, prendendo spunto dal famoso aneddoto su Max. E l’idea è subito piaciuta anche a lui. È un buon cavallo, tornerà a correre appena risolto qualche contrattempo fisico»

Roberto Ferrerohttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Ho la fortuna di seguire il calcio per lavoro ma è la mia più grande passione. La mentalità sportiva con la quale sono cresciuto mi facilita il compito di giornalista imparziale. La mia seconda passione sono i motori. Leggo, studio e seguo corsi di aggiornamenti per giornalisti e tecnici dell'informazione.

ultimi articoli