Rivoluzione Arrivabene alla Juve, ecco cosa ha fatto

La svolta di Arrivabene. La nuova era della Juve, iniziata un anno fa con l’avvento del manager ex Ferrari a capo dell’area Football del club, e proseguita, nel novembre scorso, con la sua nomina ad amministratore delegato, inizia a concretizzarsi in azioni tangibili. Ne parla il Corriere dello Sport.

Rivoluzione Juve con Arrivabene

La missione è chiara: sostenibilità della gestione, contenimento dei costi, espansione del marchio a livello globale, mantenere costantemente alta la competitività della squadre e, naturalmente, vincere. 

Contenimento e razionalizzazione dei costi fa rima con ridurre al ragionevole le spese per gli agenti. Invertite il trend: per Pogba “solo” 2,5 milioni di oneri accessori; per Di Maria la cifra si riduce a 1,3 milioni. Sembrano lontani i tempi dei 16 milioni per Emre Can o i 10,7 per De Ligt.

arrivabene-juve
arrivabene-juve

 

Roberto Ferrerohttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Ho la fortuna di seguire il calcio per lavoro ma è la mia più grande passione. La mentalità sportiva con la quale sono cresciuto mi facilita il compito di giornalista imparziale. La mia seconda passione sono i motori. Leggo, studio e seguo corsi di aggiornamenti per giornalisti e tecnici dell'informazione.

ultimi articoli