Infortunio Pogba scoppia il caso

Infortunio Pogba – L’infortunio al menisco per Paul Pogba ha messo calciatore e Juventus difronte ad una scelta.

Al termine di due settimane di consulti, visite ed esami hanno scelto la strada della terapia conservativa e niente operazione, almeno per ora.

Infortunio Pogba

Dopo il consulto a Lione, Pogba è già tornato a Torino dove si metterà al lavoro per riprendersi al meglio da un problema che di certo ne frena la stagione, quella del ritorno alla Juve.

Ora lo aspetta un periodo di 5 settimane di programma conservativo. Si sottoporrà a 3 settimane di palestra-terapie-piscina e 2 di lavoro in campo differenziato. Potrebbe rientrare prima della sosta per le nazionali e mettere quindi nel mirino la Champions.

Appare chiaro che il rischio dietro questa scelta del Polpo è la recidiva. Con la terapia si è deciso di non risolvere il problema alla radice e definitivamente come avrebbe preferito la Juve.

Rientro Pogba

Se tutto dovesse andare bene nel breve, cioè se Pogba dovesse rientrare giocare, chissà se al 100% questa prima di stagione e poi andare al Mondiale, potrebbe poi dover fare i conti con un dolore, addirittura peggiorato, all’articolazione che lo potrebbe quindi costringere a finire poi sotto i ferri una volta rientrato dal Qatar.

Questo significherebbe che il 2022 del francese alla Juve sarebbe finito ancor prima di iniziare.

Juve, Pogba non si opera: scelta la terapia conservativa, punta la Champions
infortunio pogba
Roberto Ferrerohttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Ho la fortuna di seguire il calcio per lavoro ma è la mia più grande passione. La mentalità sportiva con la quale sono cresciuto mi facilita il compito di giornalista imparziale. La mia seconda passione sono i motori. Leggo, studio e seguo corsi di aggiornamenti per giornalisti e tecnici dell'informazione.

ultimi articoli