Sequestro e pistola in faccia, choc Pogba

Prima lo hanno portato in un appartamento in periferia di Parigi, poi gli hanno sequestrato il telefono e infine l’hanno minacciato puntandogli le pistole addosso. Quella del 19 marzo scorso è stata una notte da incubo per Paul Pogba, racconta la Gazzetta dello Sport.

Sequestro Pogba, i dettagli

L’ha raccontata ai funzionari di polizia di Nanterre dove ha sporto denuncia come a Torino, anche contro il fratello Mathias, mantenuto in custodia cautelare in Francia perché sospettato di aver partecipato attivamente all’estorsione ai danni del bianconero. Alcuni dettagli dell’inchiesta, intitolata «Penalty», sono stati pubblicati dal quotidiano Le Monde. Mentre Le Parisien ha svelato che Pogba ormai è protetto nei suoi movimenti in Italia da una scorta assegnata dalle autorità di Torino. Inevitabile, considerato il contesto e soprattutto il profilo degli estorsori, tra cui un pregiudicato, già condannato per fatti riconducibili al terrorismo islamista.

pogba-juve-2022
pogba-juve-2022
Roberto Ferrerohttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Ho la fortuna di seguire il calcio per lavoro ma è la mia più grande passione. La mentalità sportiva con la quale sono cresciuto mi facilita il compito di giornalista imparziale. La mia seconda passione sono i motori. Leggo, studio e seguo corsi di aggiornamenti per giornalisti e tecnici dell'informazione.

ultimi articoli