pjaca-juve-2020
pjaca-juve-2020

Pjaca verso il Benevento – Prima lo Schalke 04, poi la Fiorentina e infine l’Anderlecht: tre occasioni di rilancio che non hanno regalato gioie a Marko Pjaca. In Belgio l’attaccante croato stava trovando continuità prima che il coronavirus si mettesse di mezzo (4 presenze di cui 2 da titolare prima del lockdown), ma il Covid ha cambiato tutto e convinto il club a non esercitare il diritto di riscatto, rispedendo l’ex Dinamo Zagabria alla Juventus.

Pjaca verso il Benevento

E ora? Il piano di club e giocatore è trovare un’altra squadra che gli consenta di rilanciarsi e l’ultima idea porta a una neo promossa: il Benevento di Inzaghi cerca rinforzi e scommesse per un ritorno in grande stile in Serie A e tra i nomi sul taccuino delle Streghe c’è proprio quello di Pjaca.

LA SITUAZIONE – Un’idea che sta prendendo corpo, ma che deve fare i conti con alcune difficoltà oggettive. In primo luogo, i costi e le condizioni di un’eventuale operazione. Con il rinnovo fino al 2023 siglato prima del prestito in Belgio, il cartellino di Pjaca ha ora un costo residuo di circa 6 milioni di euro (a fronte degli oltre 23 spesi nel 2016 per strapparlo alla Dinamo Zagabria) e questo offre alla Juve l’occasione di realizzare una plusvalenza, a patto di convincere le pretendenti a investire a titolo definitivo.

Missione non semplice, perché pesano i dubbi sulle condizioni fisiche del giocatore dopo i tanti infortuni seri patiti in carriera: in questo senso, gli scampoli giocati in Belgio non sono bastati per fugare ogni perplessità, anche per quanto riguarda il Benevento che vuole valutare attentamente prima di un affondo. 

Il punto di incontro potrebbe essere trovato con prestito e obbligo di riscatto in caso di salvezza dei campani, una soluzione che potrebbe fare comodo a entrambe le società che dovranno poi convincere il giocatore. Il Benevento può dare una nuova occasione a Pjaca, la Juve aspetta le mosse dei giallorossi e del croato.

pjaca-juve-2020
pjaca-juve-2020

fonte: calciomercato.com