Tonali e Cutrone in nazionale
Tonali e Cutrone in campo con la maglia della nazionale

Dallo scorso gennaio, la corsa a Sandro Tonali in chiave futuro è nel vivo. Il classe 2000 ha sin da subito convinto con la maglia del Brescia, nonostante la difficile situazione di classifica della squadra ora guidata da Diego Lopez e in precedenza da Eugenio Corini e Fabio Grosso. Lo sa bene Alessandro Matri, che ha vissuto la prima parte della sua stagione proprio al Brescia e a Tuttosport ha così elogiato le qualità del regista: “È un ragazzo per bene, serio. E poi ha un gran talento. 

Direi al direttore Paratici che Sandro è da prendere immediatamente. Con Tonali non si sbaglia. Innanzitutto è un 2000 e non sembra così giovane quando gioca. È un freddo, in campo. Non pensiate sia semplice giocare con gli occhi puntati addosso ogni partita. Se mi chiedesse un parere sulla Juventus? A Sandro direi così: ‘Vai subito, non ci pensare nemmeno’. Per come ho vissuto la Juventus io, posso solo consigliarla come esperienza”.

L’INTER C’È  Parole importanti, una vera e propria investitura per uno dei più interessanti talenti del panorama calcistico italiano. Da mesi l’ad Beppe Marotta lo ha messo nel mirino: l’obiettivo nerazzurro è di evitare il Kulusevski bis – visto che la Juventus stessa è in prima fila – e per questo i dialoghi sono già stati avviati, col Brescia e con l’entourage del giocatore. Per Tonali in nerazzurro si è esposto in prima persona Antonio Conte, che sul giocatore ha ricevuto relazioni positive da Lele Oriali, che insieme a Roberto Mancini ha potuto apprezzare il giocatore in Nazionale.

Ha convinto sotto punti di vista, dall’aspetto tecnico-tattico a quello umano e l’allenatore stesso ne ha parlato con Marotta. Il Brescia valuta almeno 50 milioni di euro il giocatore, cifra che può essere limata con l’inserimento di contropartite tecniche. L’Inter questa volta non vuole arrivare seconda ed è pronta a sedersi al tavolo per iniziare una trattativa col presidente Cellino.

LA JUVE E NON SOLO – Ma la Juve c’è, anche questa volta. Il direttore sportivo bianconero Paratici ha deciso di non abbandonare l’opzione Tonali, nonostante la priorità per il centrocampo sia il ritorno di Paul Pogba. Il classe 2000 è considerato uno da Juve, soprattutto in vista del futuro, per questo i radar sono accesi e la sfida all’Inter è aperta.

Con i bianconeri che non escludono la possibilità di prenderlo per poi cederlo in prestito per una stagione, in base agli sviluppi del mercato che sarà. Senza dimenticare che bisogna fare i conti con un’agguerrita concorrenza europea: su Tonali c’è mezza Europa, quella che conta. Lo vogliono in Premier le più grandi, così come in Spagna e lo ha messo nel mirino anche il Paris Saint-Germain. Lo vogliono tutti, vincerà chi lo vorrà di più e chi convincerà il presidente Cellino.

fonte: calciomercato.com