paratici-occhiali-da-sole
paratici-occhiali-da-sole

Emergenza difesa Juve – L’abbiamo scritto più volte durante il mercato estivo. Con una Juventus che si avvia a giocare spesso a 3 in difesa, con due colonne di età avanzata come Bonucci e Chiellini e De Ligt che avrebbe saltato i primi due mesi della stagione, Pirlo non poteva prescindere dall’avere in rosa 5 difensori di ruolo.

E per questo motivo davamo per scontato che, se proprio si doveva mandare ancora in prestito Cristian Romero, doveva allora rimanere Daniele Rugani.

Emergenza difesa Juve, ecco cos’è successo

NON ERA DEL TUTTO IMPREVEDIBILE – Invece sappiamo bene com’è andata. Rugani è andato in prestito al Rennes per contribuire a finanziare il colpo Chiesa, puntando su Danilo adattato come difensore, ma solo con la linea a 3.

Ma i nodi prima o poi rischiano di venire al pettine. Ed ecco che Giorgio continua a tribolare coi muscoli, e Leo ieri sera si è unito a lui. 

Resta il solo Demiral a piena disposizione. Se Bonucci dovesse giocare contro il Barcellona, lo farebbe stringendo i denti e prendendosi un rischio. Giusto perché non ci sono abbastanza uomini di ruolo per arginare l’urto di Messi e Ansu Fati.

TIRIAMO LE SOMME – Ed è qui che emerge la raffazzonatura di alcune operazioni di Paratici. Un gioco di equilibri perennemente sul filo dello squilibrio. Una corsa alla cessione a tutti i costi, pur di potersi permettere quei pochi acquisti a disposizione, che ha finito col lasciare un reparto sotto organico. 

Non siamo qua a incensare o fare le apologie di Rugani, ma sarebbe stato assennato evitare di trovarsi nella condizione di non avere abbastanza uomini da schierare in difesa contro un avversario come il Barcellona.

paratici-lega-calcio
paratici-lega-calcio

fonte: ilbianconero.com