Emre Can-Rugani-Demiral-panchina

L’obiettivo è quello di rivalutare un capitale che, nelle ultime settimane, ha visto il suo valore scendere vertiginosamente. Emre Can non gioca, questa è la realtà dei fatti in casa Juventus e così, in ottica di una possibile cessione in estate, per il centrocampista tedesco si sta trovando una soluzione alternativa perché si aprano così spazi a offerte dignitose nel prossimo mercato.

Sei mesi, quindi, è la parentesi ideale, che rende per la Fiorentina, come riporta Tuttosport, più che un sogno proibito. Le cifre del suo ingaggio, sono proibite, certo, ma non la possibilità di vederlo in viola: magari, sfruttando quel Franck Ribery che, ai tempi del Bayern, è stato uno degli idoli di un giovane Emre, ancora tra le fila delle giovanili bavaresi (2012). Insomma, un meccanismo che potrebbe scattare, specialmente per la lungimiranza della Juventus, che in casa Fiorentina studia da tempo un altro colpo. Eppure, il muro eretto da Commisso e Barone per Federico Chiesa sembra insuperabile. 

La Juventus ha registrato anche la forte concorrenza dell’Inter, per quanto resti ancora la prima opzione per il giocatore, come testimoniato all’inizio di un’estate di spostamenti che, però, non si sono mai concretizzati. L’infortunio di Khedira non sembra aver particolari ripercussioni sul futuro di Emre Can, così il centrocampista potrebbe entrare in discorsi a più ampio respiro che non regalare a Montella un giocatore di qualità per il proprio centrocampo: potrebbe, infatti, essere da apripista per un tavolo di trattativa più ampio, che abbia proprio Chiesa al centro e la Juventus, ormai, convinta di poter fare a meno del tedesco. 

fonte: ilbianconero.com