Il ragazzo, a 26 anni appena compiuti, è una star conclamata del calcio internazionale, a suon di colpi di tacco da urlo, dribbling mai banali, gol sensazionali spesso e volentieri. Fuori, intanto, l’immagine di Paulo Dybala diventa sempre più presente e visibile, perché qui si tratta di un campioncino con le stimmate del potenziale fuoriclasse che accanto ai successi sportivi affianca la crescente popolarità di un’icona, di un modello certamente intrigante per le giovani generazioni e non solo. Ecco, non si cade in errore se si pensa che la Joya in prospettiva possa diventare una macchina da soldi. Un brand vero e proprio, come fosse un PD10 qualsiasi, un riferimento universale, un idolo a tutto tondo.

Il messaggio di Dybala su Instagram

Calcio e business, insomma, riuniti attorno alla faccia pulita del numero 10 juventino. «Impossible is nothing», scrive Paulo nell’ultimo messaggio social su Instagram, a corredo di una foto che lo ritrae mentre s’inventa la punizione vincente contro l’Atletico Madrid. E non c’è nulla di impossibile anche quando il ragazzo presta la propria immagine per fini pubblicitari. Date un’occhiata al post di quattro giorni fa: l’attaccante bianconero, per una volta senza l’abito aziendale, si mette in posa con l’ideale maschera da gladiatore che l’ha ormai reso celebre ovunque e con un orologio in bella mostra sul polso sinistro. Oggi è il Black Friday, tempo di saldi a meno di un mese dalle feste natalizie e la Joya si fa testimonial di una prestigiosa marca di orologi di cui è partner ufficiale.

Dybala testimonial, c’è lo zampino di Mendes

Ebbene, Tuttosport sa che dietro la sponsorizzazione con il gioiellino della Juve – non certo la prima, né l’ultima di un portafoglio di alleanze destinate ad aumentare esponenzialmente – c’è l’intermediazione della Polaris Sports. Vi dice qualcosa? Si tratta dell’azienda “gemella” della Gestifute, l’impero mondiale fondato nel 1996 dal 53enne super agente portoghese Jorge Mendes, che si occupa del lavoro di intermediazione nella compravendita di calciatori. La Polaris Sports, in altre parole, è l’azienda associata che si dedica alla gestione dei diritti commerciali dei giocatori, la Gestifute invece si occupa prettamente della procura sportiva dei propri assistiti: giocatori del calibro di Cristiano Ronaldo, David De Gea, Diego Costa, Radamel Falcao, Bernardo Silva, o allenatori di spessore come Leonardo Jardim. L’ombra di Mendes, insomma, già gravita su Dybala anche se per ragioni esclusivamente commerciali. Non si tratta di un rapporto in esclusiva, ma di una partnership pubblicitaria come tante altre da tempo orbitanti nella galassia della Joya.

fonte: tuttosport.com