suarez-dzeko-cavani-morata-juve
suarez-dzeko-cavani-morata-juve

Edin Dzeko sarà il prossimo attaccante della Juventus. Pochi dubbi, ormai, sull’idendità del prossimo numero 9 bianconero, quello titolare. La prima scelta di Andrea Pirlo è sempre stata Dzeko e alla fine il tecnico verrà accontentato. 

Domani, però, Dzeko scenderà in campo con la maglia della Roma contro il Verona perché Milik deve ancora risolvere piccole pendenze con il Napoli prima di sostenere le visite mediche con il club giallorosso ma sia gli accordi tra Roma, Napoli e Milik che quelli tra Juve, Roma e Dzeko sono fatti.

Mancano solo le firme e poi entrambi i bomber cambieranno maglia. Possibile che la prima partita del bosniaco con la Juve sia proprio contro la Roma il 27 settembre. Ma basterà una punta per la nuova Juve di Pirlo? Forse no, per questo il mercato dei bianconeri non può ancora considerarsi chiuso. 

I tifosi sognano ancora l’arrivo di Luis Suarez che ieri ha sostenuto l’esame B1 di lingua italiana propedeutico all’ottenimento del passaporto. Immaginare sia Pistolero che a Dzeko con la maglia della Juve è però esercizio di fantasia a meno che negli ultimi giorni i bianconeri non mettano a referto due cessioni pesanti in attacco (sia per motivi di bilancio che di liste), compresa quella di Paulo Dybala che va in scadenza nel 2022 e che spinge per il rinnovo di contratto. Dal punto di vista della programmazione non sarebbe certo l’ideale lasciar partire un attaccante di 26 anni per accoglierne uno di 34 (Dzeko) ed uno di 33 (Suarez). Al momento si tratta di scenari utopistici e non nei programmi della Juventus anche perché l’argentino non ha ricevuto offerte concrete per lasciare Torino.

Il nome che metterebbe tutti d’accordo è quello di Moise Kean che la Juve riprenderebbe in prestito biennale. Moise non è una prima scelta per Ancelotti ma dopo averlo pagato quasi 30 milioni un anno fa l’Everton non ha intenzione di cedere il calciatore a titolo temporaneo a meno che non sia oneroso con obbligo di riscatto. Il suo nome sarebbe però quello giusto per la lista Champions visto che potrebbe essere inserito in lista B. Da qui alla fine del mercato verrà fatto un nuovo tentativo.

Resta in orbita pure Alvaro Morata anche se pure l’Atletico non è disponibile a dare lo spagnolo in prestito dopo averlo riscattato per 55 milioni in estate. I Colchoneros, tra l’altro, sono molto interessati proprio all’acquisto di Suarez che in caso di arrivo a Madrid lascerebbero partire Diego Costa.

Resta poi l’opzione Cavani, ancora svincolato, che però ha costi alti per ciò che riguarda ingaggio e commissioni. La Juve ha bisogno di un secondo attaccante per far rifiatare Dzeko durante la stagione ma il budget è limitato, i posti in lista idem e il tempo è sempre meno.

morata-intervista-atletico-madrid
morata-intervista-atletico-madrid

fonte: ilbianconero.com