pogba-manchester-united
pogba-manchester-united

Pogba alla Juve – Undici milioni di euro risparmiati fino a giugno, il doppio nella prossima stagione. E’ l’impatto sul bilancio della Juventus delle cessioni di Mario Mandzukic ed Emre Can, che percepivano attorno a 5,5 milioni netti a stagione ciascuno e che erano sotto contratto rispettivamente fino al 2021 e fino al 2022.

Pogba alla Juve, ecco come può arrivare

Una pioggia di milioni, è il caso di dirlo, che contribuirà a irrigare il campo del prossimo mercato, nel quale è già piantato un seme speciale. Per far crescere il quale servirà anche altra liquidità, ma che intanto ha ricevuto una bella innaffiata.

Il seme è Paul Pogba, al cui ritorno in bianconero pensano da tempo la Juventus e lui stesso. Potente, capace di recuperare palloni in serie, Can era considerato uno dei migliori centrocampisti difensivi d’Europa.

Condizionato all’inizio dai postumi dell’infortunio alla schiena avuto negli ultimi due mesi a Liverpool e da un nodulo tiroideo che lo aveva tenuto fermo a novembre, il finale della prima stagione bianconera era sembrato proiettarlo verso l’affermazione in questa. Invece l’aumento della concorrenza, con passo indietro (anche due) dal punto di vista tecnico. Lo ha ammesso pochi giorni fa il suo agente Mino Raiola:

 «Tutti sanno che l’ambizione di entrambe le parti non è stata soddisfatta. Bisognerà vedere se Paul sarà ancora nei piani del Manchester United e se il Manchester United sarà ancora nei piani di Paul». 

Sui piani dei Red Devils un indizio importante lo ha fornito l’acquisto dallo Sporting per 80 milioni di Bruno Fernandes, centrocampista offensivo che il Novara pescò per 40 mila euro nelle giovanili del Boavista nel 2012 e che è poi passato anche per Udinese e Sampdoria.

Una storia incredibile quella del portoghese, compagno di squadra nazionale di Cristiano Ronaldo. Passato alla ribalta come uno dei giocatori più costosi della storia.

pogba-prega-united
pogba-prega-united

fonte: tuttosport.com