Emre Can e Mandzukic

Tempo di Black friday. E il Borussia Dortmund tenta il doppio colpo a prezzo di saldo: Emre Can e Mario Mandzukic. Ponendo le basi per un’offerta da trenta milioni alla Juve. Che storce il naso e fa di conto. Pochi, pensando al valore assoluto dei giocatori e a quanto sperava di realizzare la scorsa estate, soprattutto considerando potenziale e spessore del centrocampista tedesco. Abbastanza per scongiurare minusvalenze, su questo batte l’offensiva del Dortmund, che sa come in questo modo la Juve possa in ogni caso registrare una plusvalenza di quasi 15 milioni complessivamente. 

Liberandosi anche di quelli che sono a tutti gli effetti due problemi, dopo le trattative sfumate in estate e la loro esclusione dalla lista Champions: Mandzukic è fuori rosa per scelta da quel momento, Emre Can in campionato ha collezionato 170 minuti appena. Due per uno, con la Juve che risolverebbe in un sol colpo due casi spinosi, pur sapendo che portando avanti due trattative separate forse otterrebbe di più, una decina di milioni in più sarebbe l’obiettivo, ma fin qui Psg, Barcellona e Bayern non hanno concretizzato affondi per Emre Can, così come la trattativa con lo United per Mandzukic è finita in una fase di stallo.

OSTACOLI – Il Dortmund prova a convincere la Juve, poi dovrà riuscire a farlo coi giocatori. Che non dicono no, ma nemmeno ancora di sì. Determinante soprattutto per Can potrebbe essere la qualificazione agli ottavi di Champions, competizione che ritiene di non poter più saltare, ma anche perché capace di garantire un ulteriore tesoretto alle già solide casse giallonere. E poi l’ingaggio, vicino ai 6 milioni netti più bonus per entrambi i giocatori, fuori dalla portata (per scelta) del Dortmund: anche per questo l’offerta non potrebbe salire troppo rispetto ai 30 milioni iniziali, il vero sforzo andrà fatto per gli stipendi. Il Borussia Dortmund ci prova, la Juve ci pensa.

fonte: calciomercato.com