dybala-ronaldo-tribuna-stadium
dybala-ronaldo-tribuna-stadium

Caro Dybala – Dov’è finito Paulo Dybala? Dove si è perso il fuoriclasse decisivo, l’uomo dei gol determinanti, il talento che mai e poi mai avrebbe sbagliato uno stop così banale come quello che ha innescato l’azione del pareggio della Lazio?

La Juventus lo cercherà nei prossimi 15 giorni, perché Dybala non andrà in Nazionale. Una buona notizia, perché il problema alle «vie urinarie», che ieri è stato comunicato con un tweet dalla federcalcio Argentina, non sembra particolarmente grave.

Oggi il numero dieci si sottoporrà agli esami, ma si respira fiducia sul fatto che possa recuperare nel giro di pochi giorni. Resta il curioso dubbio del perché siano gli argentini ad aggiornare sullo stato di salute di un giocatore della Juventus, oltretutto dopo che lo stesso è regolarmente sceso in campo con la maglia del club. Ma forse non bisogna avere una laurea in dietrologia per ricostruire la verità.

Caro Dybala, dove sei finito?

E’ probabile, infatti, che un Dybala così non voglia correre il rischio di peggiorare la sua condizione sobbarcandosi il tour de force intercontinentale e la stessa Argentina non ne senta la disperata necessità. Il piccolo inconveniente fisico consente così a Dybala di provare a recuperare la condizione lavorando alla Continassa e al ct Lionel Scaloni di risparmiarsi l’imbarazzo di panchinarlo.

Ma qual è il vero problema di Dybala? Non certo quello alle vie urinarie. Dove ha perso la magia? Nella seconda estate di mercato, sballottato dalle voci e rimandato nel rinnovo del contratto? Certamente in quella fase, nella quale stava oltretutto recuperando dall’infortunio muscolare che gli aveva lasciato un ruolo di impalpabile comparsa nella decisiva sfida di Champions League contro il Lione, Dybala deve aver percepito dello scetticismo nei suoi confronti.

dybala-spezia-juve
dybala-spezia-juve

fonte: tuttosport.com