conte-triste-inter
conte-triste-inter

Serviva una grande prestazione per tenere testa alla Juventus e l’Inter di Antonio Conte risponde alla grande. I soliti due, Lukaku e Lautaro Martinez, sono i protagonisti della serata del San Paolo, che rilancia i nerazzurri in vetta alla classifica. Al fischio finale Antonio Conte è stato protagonista di un’accesa discussione con Fabio Capello nel commentare il match.

Dopo una prima analisi da parte dell’ex tecnico di Milan e Roma, Conte replica infastidito:

“Ma mister Capello ma di che stiamo parlando? Ma quali ripartenze? L’Inter in possesso palla sa sempre cosa fare, giochiamo a memoria. Menomale che gli avversari ci temono più di chi vede le partite. Sento delle assurdità. L’Inter oggi non è affatto stata lì ad aspettare il Napoli, l’Inter oggi ha aggredito il Napoli altissima”.

Capello prova a precisare il suo punto di vista sulle ripartenze nerazzurre, ma l’allenatore nerazzurro ribadisce senza mezzi termini:

“Avete detto che l’Inter vince in trasferta perché difende bassa e riparte. Non è affatto così. Come dico sempre il calcio è bello perché è vario o avariato”.

La polemica si sposta poi su Romelu Lukaku, Conte sottolinea le critiche ricevute dal belga a inizio stagione:

“Lukaku è una pippa. Tanto ho sentito dire qualunque cosa. Troppo facile salire sul carro dopo. Continuate a dire che Lukaku è una pippa, meglio così. Ho sempre detto che Romelu è un diamante grezzo da sgrezzare. E così Lautaro. Io ce li ho e me li lavoro”.

fonte: goal.com