ronaldo-frontino
ronaldo-frontino

Cristiano Ronaldo choc: non rientra in Italia, resta a Madeira e non ha intenzione di tornare nemmeno per la Champions League, che adesso comunque salterà in seguito agli ultimi contagi e la positività di Daniele Rugani al Coronavirus. È un gesto forte, ma molto consapevole, quello del cinque volte pallone d’Oro. Un messaggio al mondo intero che va oltre il calcio.

Quanto CR7 ami il pallone, la Juventus e la Champions League, è chiarissimo a tutti. Ma in questo momento per il fuoriclasse portoghese c’è soltanto una partita da giocare e non è quella di martedì prossimo contro il Lione. L’unica sfida nei pensieri di Cristiano è la lotta al Coronavirus.

Una battaglia che, come ripetono i maggiori virologi del mondo, si può vincere in un solo modo: stando tutti in casa, evitando i contatti e fermando anche il calcio per fare in modo che i contagi rallentino e infine si esauriscano.

Cristiano Ronaldo è lo sportivo più famoso del pianeta e sente addosso una responsabilità ancora più importante: quella dei familiari (la compagna Georgina, i figli e anche la madre Dolores, in ripresa ma ancora ricoverata in ospedale a Madeira dopo l’ictus della scorsa settimana), ma anche quella dei compagni e delle loro famiglie e di milioni di persone che lo vedono come un idolo.

Da esempio planetario quale è, lo juventino si è mobilitato in prima persona contro il virus che ha già provocato la morte di migliaia di persone. Fermi tutti e tutti uniti per salvare vite mettendo la salute davanti a ogni altra cosa, compreso il ricco mondo del pallone.

fonte: tuttosport.com