rabiot-lione
rabiot-lione

contro il Lione sarà difficile – La Juve che perde 2-1 con l’Udinese si porta diversi punti di domanda. Sostituzioni inadeguate, Bernardeschi che fatica, una difesa che fa acqua (quasi) da tutte le parti, ad eccezione di De Ligt. Ma non c’è solo questo. La partita alla Dacia Arena ha evidenziato un altro problema: la tenuta fisica della squadra.

contro il Lione sarà difficile

Il secondo tempo è stato uno dei parziali peggiori giocati dalla Juve da quando è ripresa la Serie A. Forse anche in stagione. I bianconeri sono stati completamente sovrastati dalla fisicità e dalla corsa dell’Udinese. Riuscivano a tenere palla solo quando i ritmi calavano, spesso e volentieri per importare azioni lenti dalla difesa, dando così il tempo alla retroguardia friulana di riorganizzarsi. 

Per il resto è stato un lungo rincorrere, sublimato dall’azione del 2-1 di Fofana, partito a velocità che per l’Alex Sandro odierno sono proibitive. E anche De Ligt, in quel frangente, non è stato perfetto.

Da una parte è normale, con tante partite in così poco tempo, avere dei momenti di calo fisico, con le gambe che praticamente non girano più. Ma in questi casi ci sarebbe bisogno di una turnazione maggiore, di un impiego equilibrato della rosa. Invece Sarri fa giocare praticamente sempre gli stessi, al netto di infortuni e squalifiche. E anche le sostituzioni sono uguali partita dopo partita.

Scelte che hanno evidentemente inciso sul rendimento della squadra. Con una tenuta fisica come quella mostrata ieri con l’Udinese, anche il Lione, fermo oramai da 5 mesi, fa paura. La Juve, in Champions, contro i francesi, non potrà permettersi di giocare come nel secondo tempo della Dacia Arena. Altrimenti saranno guai.

rabiot-lione
rabiot-lione

fonte: ilbianconero.com