gasperini-atalanta-saluta
gasperini-atalanta-saluta

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, ha parlato in conferenza stampa presentando la sfida tra la Dea e la Juventus. Ecco quanto raccolto da Sky Sport. 

COME LE GRANDI – “Sì ma non non per chi lotta per lo scudetto. Rispetto al Napoli o alla Juventus o all’Inter no. Ogni anno aumenta il divario con il resto del campionato”.

ATTACCO VS DIFESA – “Sono i migliori? Questo non conta. Sono i numeri che contano. Chi vince il campionato di solito ha la miglior difesa e uno dei migliori attacchi”.

RECUPERATI – “La conta è fatta, dalle nazionali sono tornati tutti bene forse Kjaer ha giocato di più. Abbiamo fatto un buon lavoro con chi è rimasto, ma le nazionali sono un peso per tutti. Non è una situazione che ci piace, però quando si riparte c’è sempre un po’ di incertezza. Le certezze sono che Ilicic e Malinovskyi sono fuori, per Muriel e Zapata vediamo oggi”.

RONALDO – “Magari ce lo prestano a noi. Ma non hanno solo Ronaldo, cadono sempre bene. Per la Juventus parlano i numeri e i risultati, per noi è paragonabile alla sfida con il Manchester City, troveremo le stesse difficoltà. Vogliamo fare bella figura, abbiamo perso qualche giocatore e qualche punto. C’è troppa fiducia, dobbiamo stare attenti. La Juventus è una squadra forte. Dobbiamo essere pronti, è un’altra partita e giochiamo contro una squadra forte”.

ESPERIENZA – “Abbiamo alzato il nostro livello, ma anche la Juventus si è rinforzata. Forse è ancora più forte dello scorso anno, ha messo nuovi giocatori a centrocampo. Noi abbiamo fatto un passo avanti”.

PROSSIME GARE – “Non ci pensiamo ora, la partita con la Dinamo sarà da dentro o fuori. Ora pensiamo ala Juventus, sono importanti tutte le gare, non possiamo pensare alla Dinamo, poi ci sarà il derby con il Brescia”.

SARRI-ALLEGRI – “L’arrivo di Sarri ha dato un’altra interpretazione al gioco. Questa ricerca di diversità cambia qualcosa”

PUBBLICO – “Il pubblico farà la sua parte come sempre. La cosa più importante sarà l’atteggiamento della formazione. Per Muriel c’è incertezza come dicevo prima, non mi sembra in buonissime condizioni. Ma deve recuperare, non ha giocato molto. Valuteremo oggi pomeriggio”

ZAPATA – “Ha lavorato bene, lui ha ancora qualche paura. Deve essere molto convinto, non devi avere troppi pensieri. Meglio un asino sano che un cavallo zoppo. L’asino però non è Muriel”.

AGGIORNAMENTO – In vista della Juventus l’ allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini rinuncia a Duvan Zapata, dato in recupero dalla lesione all’adduttore destro subita il 12 ottobre scorso con la Colombia, chiamando quattro giocatori della squadra Primavera per riempire le caselle dei 23 convocati. 

fonte: ilbianconero.com