del piero

Alessandro Del Piero è intervenuto in diretta Instagram con Rosario Fiorello e Jovanotti, per il consueto live che, in tempi di coronavirus, è diventato un must, tra calciatori e star dello spettacolo. Una chiacchierata a tema calcistico, quindi, in cui Del Piero e Fiorello battibeccano, anche in virtù della fede nerazzurra del secondo. Poi, interviene anche Lorenzo Jovanotti.

2006 – “Ci sentiamo ancora tutti, in queste fantastiche chat di gruppo. Commentiamo ogni cosa, da un taglio di capelli, a una squadra nuova, a chi allena fino a chi ancora prova a giocare”

DYBALA – “Il gol di Dybala? Sì, l’ho visto Rosario, molto bello. Mi fa piacere che tu da interista tiri fuori una cosa simile… il bello non conosce colori.  Il gol è stato fantastico sotto tanti punti di vista, il controllo, come ha chiesto l’uno due, e poi la genialata, l’improvvisazione con cui di punta a battuto il portiere. 

PRIMA PARTITA – “Ero juventino già da prima, ma ricordo che a Conegliano, con Udine vicino, ero riuscito ad andare allo stadio una volta, a vedere proprio la Juve. Ed è stato fantastico”.

CORONAVIRUS – “Qui a Los Angeles, il sindaco ha dato il lockdown ieri e siamo chiusi anche noi. Siamo indietro da una decina di giorni, la scorsa settimana già hanno chiuso ristoranti e palestre, ma la gente ancora esce. Los Angeles è molto larga, a differenza di New York c’è meno contatto, ma ora è diventata seria anche qui”.

TOTTI – “Barzellette con Totti? Quando abbiamo fatto il video, ci abbiamo messo 35 minuti per girare due battute, non riuscivamo a smettere di ridere”.

TIRO A GIRO – “Se gioco ancora? Sì, un pochino sì. Il tiro a giro? Per fortuna quello è rimasto, è la corsa che manca”.

fonte: ilbianconero.com