dybala-mascherina-coronavirus
dybala-mascherina-coronavirus

Dybala out Milan – Vedere Messi e Cristiano Ronaldo insieme è qualcosa di utopico, ma la Juventus si sta godendo un Paulo Dybala ‘alla Messi’.

Il paragone è sempre eccessivo perché di Messi ce ne sarà solo uno nella storia del calcio, ma il diez bianconero sta trascinando la squadra con una serie ripetuta di giocate da fuoriclasse. Al pari di quanto De Ligt sta facendo in difesa, che ha preso solo 2 gol nelle 6 partite post-covid.

Il merito è anche dell’olandese, diventato gigante per la Juve e anche per gli attaccanti avversari.

Dybala out Milan

Ecco, prendiamo queste due armi vincenti a dimentichiamocele contro il Milan, perché martedì non ci saranno per squalifica. I due gialli rimediati ieri nel derby contro il Torino pesano come macigni.

 Al loro posto, toccherà al Pipita Higuain e a Daniele Rugani.

RODAGGIO HIGUIAN – Il Dybala di adesso è difficilmente rimpiazzabile, ma Higuian ha lasciato da parte i malumori, sia famigliari che personali con la Juve, e ha deciso di tornare importante per tutti i compagni. Innanzitutto si è presentato in ottima forma alla ripresa dei lavori alla Continassa, poi un risentimento muscolare lo ha tenuto fuori per la Coppa Italia, ma appena chiamato in causa ha subito fatto sentire la sua presenza, il suo timbro, contro il Lecce.

Sa agire da attaccante di peso ma si abbassa anche a centrocampo per avviare la manovra offensiva e permettere gli inserimenti di Ronaldo. Sarà difficile prendere il posto della Joya, ma le motivazioni ci sono nel Pipita, specie poi quando sul suo cammino si presenta il suo vecchio e deludente passato.

RUGANI A 0 MINUTI – Se per il Pipa le motivazioni ci sono, per Rugani dovranno essere il doppio. Con Demiral ancora fuori dai giochi e Chiellini ancora indietro di condizione per partire dal primo minuto, al fianco di Bonucci ci sarà l’ex Empoli, consapevole della chance che avrà tra le mani, anzi, tra i piedi.

Perché da quanto il calcio post-covid è tornato, Rugani ha racimolato zero minuti di gioco, ovvero non è mai sceso in campo. Il senso di rivalsa sarà forte, anche per tutto quello che ha recentemente subito (primo calciatore colpito dal coronavirus). Fortunatamente, la Juve ha trovato certezze e viaggia sull’onda dell’entusiasmo, di cui si inebrierà anche Rugani per far dimenticare, almeno per una partita, il gigante De Ligt.

higuain-addio
higuain-addio

fonte: ilbianconero.com