champions-league-logo
champions-league-logo

Finire nell’urna delle teste di serie non è una garanzia di sorteggio morbido agli ottavi: basti pensare che ieri sera, per qualche minuto, tra le seconde c’era anche il Liverpool, oltre a Real Madrid e Tottenham. Poi il pareggio ha riportato la classifica come era alla vigilia, con il Napoli secondo. Un’eventualità che toglierebbe un’avversaria alla Juventus, come capiterebbe nel gruppo F del Barcellona, con l’Inter seconda. Mettendo da parte anche l’Atletico, già incrociato nella fase a gironi, oggi resterebbero cinque avversarie soltanto per i bianconeri.

Real e Tottenham possibili avversarie Juve agli ottavi

GLI SPAURACCHI – Due sono i nomi sicuri, a 90’ dal termine, di essere inseriti nella seconda urna. E sono poco piacevoli. Il primo è quello del Real, quest’anno discontinuo ma pur sempre la squadra che ha vinto più Champions di tutti e che, nella fase a eliminazione diretta, raramente fallisce anche se è reduce dal fallimento con l’Ajax nell’edizione 2018-19. Il secondo è quello del Tottenham, finalista a Madrid con il Liverpool. Ha appena chiamato José Mourinho, la squadra è tosta e si conosce a memoria. Quando entreremo negli ottavi avrà inoltre capito gli insegnamenti del portoghese. E poi comunque attenti al Liverpool: l’ultima giornata lo vede sul campo del Salisburgo, ancora in corsa. Un rimescolamento è possibile, come è possibile nel girone dell’Inter, con il Dortmund in agguato.

Ecco i gironi dove tutto è ancora aperto

I PUNTI INTERROGATIVI – Sono quelli legati ai gironi G e H, dove è tutto aperto. Nel G il Lipsia ha provato a complicarsi la vita ma poi si è qualificato, pareggiando con il Benfica: il primato non è però sicuro. Al secondo posto c’è lo Zenit, in vantaggio sul Lione negli scontri diretti. Come il Valencia, nel girone H, secondo con il Chelsea però con lo scontro diretto a favore. In testa c’è l’Ajax, con due punti su spagnoli e inglesi. All’ultimo turno ospiterà il Valencia, basterà un pari ma occorrerà fare attenzione. Da questi due gruppi arriveranno le avversarie più gradite, insieme al C, quello dell’Atalanta, dove è tutto aperto tra Shakhtar e Dinamo, con gli stessi nerazzurri a coltivare una piccola speranza.

fonte: tuttosport.com