sarri-triste-juve
sarri-triste-juve

“Mi dovrò inventare qualcosa” ha detto Sarri, viste le numerose assenze a causa di squalifiche e infortuni, dopo la gara con la la Lazio. Manco a farlo apposta, riguardano il settore più nevralgico e più problematico (nel caso della Juve): il centrocampo. Non tutte le squadre si chiamano Bayer Leverkusen, non tutte sono lo sparring partner ideale, che prende cinque goal in due partite e non ne segna uno. La partita contro i tedeschi ha confermato, almeno, due cose: Dybala è, attualmente, imprescindibile, il centrocampo non va. Fino a che punto una poderosa trazione anteriore può mascherarne una carenza che, si diceva già con Allegri, sembra strutturale?

SOGNI E REALTA’ – Sognare Pogba non basta. Anche, perché nella realtà, la Juventus conta ben sette centrocampisti, cui aggiungerne, volendo, altri due (Douglas Costa e Bernardeschi). Ebbene in questa ampia rosa, manca proprio il giocatore essenziale ovvero l’incontrista. Poteva esserlo Emre Can, ma così non è stato, né l’anno scorso, né quest’anno e non certo per la cattiva volontà degli allenatori. Gli altri non posseggono questa caratteristica. I rinforzi, nel settore, non hanno rinforzato granché. Ramsey non è pervenuto e quello non è il suo ruolo. Rabiot – si è rivisto in casa delle “Aspirine” – galleggia tra l’abulico e l’incerto. Sembra che non capisca le indicazioni di Sarri. La buona volontà di Bernardeschi fa acqua da tutte le parti. Ci aveva provato anche Allegri a reinventarlo, ma non tutte le ciambelle riescono col buco. Non sempre la metamorfosi funziona. I capolavori sono pochi: Tardelli da terzino a centrocampista (Trapattoni),  Pirlo da mezz’ala a regista arretrato ( Ancelotti )… 

POCHE SCELTE – Nella prossima partita di campionato mancherà anche Cuadrado, che, per altro, in mezzo al campo ieri (altro fuori ruolo) non ha incantato. Cosa s’inventerà Sarri? Una trazione anteriore per quasi 90 minuti? A Capello piacerebbe, ma la settimana prima aveva detto che senza un centrocampo molto forte ci vuole una difesa ermetica e, attualmente, quella juventina non lo è. Soprattutto, l’Udinese non è il Leverkusen.

fonte: ilbianconero.com