pjanic-intervista-juve
pjanic-intervista-juve

Dura la vita al tempo del coronavirus. Tutti chiusi in casa, non si può uscire né stingersi la mano. Zero baci, abbracci… neanche una pacca sulla spalla. Contatto fisico inesistente, la lontananza in questi casi si sente ancora di più.

Lo sa bene Miralem Pjanic, lui che ha lasciato l’Italia ed è volato in Lussemburgo, con il figlio Edin bloccato in Francia. Videochiamate a ogni ora per accontentarsi di vederlo sullo schermo di un cellulare, “Mi manchi” ha scritto Miralem nella sua storia Instagram facendo uno screen durante la conversazione col figlio.

pjanic-videochiamata-figlio
pjanic-videochiamata-figlio

fonte: ilbianconero.com