chiesa-italia
chiesa-italia

Nuova Ital-Juve – Ufficiale, ormai: sarà Euro 2021 (che già solo a scriverlo, dispari, fa un certo effetto). Ma tant’è: il torneo continentale – saggiamente, visto il contesto – slitterà di un anno e la qual cosa avrà un certo tipo di effetti anche in alcune dinamiche di mercato. Parte delle quali andranno a condizionare (non necessariamente in modo negativo) le strategie della Juventus e di alcuni dei suoi obiettivi di mercato.

Essì perché da un lato c’è la voglia, da parte del dg bianconero Fabio Paratici, di provare a rimpolpare uno zoccolo duro azzurro che, ormai è assodato, è stato sin da subito base portante di questo ciclo di trionfi juventini.

E dall’altro lato c’è la sensazione – da parte dei calciatori più appetibili del nostro campionato, i più ambiti sul mercato – che probabilmente, in ottica Europeo, possa rivelarsi azzardata la scelta di cedere alle lusinghe che giungono all’estero.

Al contrario un “upgrade” (un salto di qualità) in Italia possa rivelarsi propedeutico alla piena consacrazione nella Nazionale di Roberto Mancini, appunto in ottica Europeo. Il ragionamento è semplice: cambiare squadra ma anche cambiare campionato, modo di giocare, abitudini rischierebbe di complicare le cose e far perdere un treno importante.

Nuova Ital-Juve, può succedere ad Euro 2021

Tonali e Chiesa innanzitutto: sono loro i gioielli più ambiti a livello internazionale. Sia la Fiorentina sia il Brescia hanno messo in conto – più o meno a malincuore – l’eventualità di una cessione. I viola, va dato loro atto, dopo aver fatto tutto il possibile onde allontanare il momento dell’addio.

Ovviamente il patron Rocco Commisso preferirebbe cedere l’attaccate a questo punto – se pro- Riccardo Orsolini, 23 anni: 1 presenza azzurra prio deve farlo – all’estero: Federico Chiesa, 22 anni: 17 presenze azzurre Sandro Tonali, 19 anni: 3 presenze azzurre Emerson Palmieri, 25 anni: 7 presenze azzurre Manchester United Liverpool si sono già fatte avanti, ma vien da sé che l’opzione Juventus (e Inter, ovviamente) risulti più “comoda” e sicura per il giocatore.

Discorso analogo per Tonali, del Brescia: nel suo caso sono Manchester City e Paris Saint Germain le pretendenti più altisonanti oltreconfine. Particolari i discorsi legati a Mandragora Orsolini, che giocano nell’Udinese e nel Bologna, ma che possono facilmente “tornare” alla Juventus previa esercizio da parte dei bianconeri di una sorta di gentlemen’s agreement stipulato al momento della cessione.

Ancor più semplice, poi, sarebbe la chiamata di Pellegrini, il cui prestito ai rossoblù scadrà a fine stagione. Quanto a Emerson Palmieri, finito ai margini del Chelsea, beh, la sua voglia di riagguantare un Europeo rappresenterà una spinta in più per ritornare in Italia (dova ha dato il meglio tra il 2014 e il 2018) e mettersi in mostra. La Juve è pronta ad aiutarlo.

bonucci-italia
bonucci-italia

fonte: tuttosport.com