ultras-juve-2020
ultras-juve-2020

Ultras Juve – Non si placa la polemica tra la Curva Sud e la Juventus. Una testa a testa che si è acuito dallo scorso 16 settembre quando 12 esponenti di curva sono stati arrestati con varie accuse, da estorsione a riciclaggio.

Da quel giorno in curva sud sono stati banditi striscioni e bandiere, sono entrati per la prima volta gli steward  e da qualche giorno, su Facebook, è nato il gruppo “Secondo Anello” che ha pubblicato un aggiornamento su ciò che sta accadendo in curva in questa stagione. Ecco il loro post:

Ultras Juve, ecco cosa sta succedendo allo Stadium

“In seguito agli innumerevoli commenti e messaggi ricevuti, teniamo a fare un po’ di chiarezza in merito alla situazione presente in Curva Sud durante le partite giocate all’Allianz Stadium.

– TAMBURI E MEGAFONI: nonostante le molteplici richieste inoltrate all’apposito indirizzo email indicato sul sito della Juventus, al momento non ci è mai giunta alcuna risposta di autorizzazione da parte della società, sebbene tali strumenti oltre che essere per legge consentiti siano già entrati per due anni nello stesso stadio senza causare problemi.

– BALCONATA: dopo il divieto di esporre il nostro storico striscione, abbiamo pensato di riempire la balconata del Secondo Anello con alcuni tricolori. La prima volta che sono stati appesi abbiamo subito ricevuto la visita degli steward, che ci intimavano di toglierli minacciando sanzioni amministrative e daspo (nella foto, scattata durante Juventus – Udinese, la “pericolosissima” pezza in questione).

– BANDIERONI: discorso analogo al primo punto, citiamo per di più il caso di Juve Bayer Leverkusen dello scorso 1 Ottobre. Dopo aver introdotto e non con pochi problemi ai controlli una ventina di bandiere bianconere di misura regolamentare (150 x 90 cm), appena srotolate e sventolate al cielo ci siamo ritrovati di fronte i soliti “uomini in giallo”, che con le stesse modalità precedenti ci invitavano ad abbassarle.

– LANCIACORI: ai lanciacori non è più consentito mettersi a cavalcioni sulla vetrata, limitando di conseguenza il coordinamento del tifo.

Spiegata la paradossale situazione nella quale ci ritroviamo coinvolti, diventa fondamentale far notare come nel SETTORE OSPITI DELLO STESSO IMPIANTO alle tifoserie avversarie venga vergognosamente concesso tutto ciò che allo stesso tempo viene negato a noi, oltrepassando il limite del ridicolo e rendendo per assurdo il clima dello stadio favorevole alla squadra rivale.

Nonostante tutto siamo ancora in piedi, determinati a non cedere per amore della maglia, della nostra curva e di chi sta ingiustamente pagando da quel maledetto 16 Settembre”.

ultras-juve
ultras-juve

fonte: ilbianconero.com