Menu

L'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti ne ha vissute tante di sfide contro la Juve. Ricordi ed emozioni raccontati ai microfoni di Rai Sport, con una frecciata verso il presidente bianconero Andrea Agnelli.

DERBY D'ITALIA - "Lo è perché sono le squadre con maggiore tradizione di vittorie, fin dagli anni'40. Poi c'è sempre stata questa rivalità tra le tifoserie, non so perché".

PRIMO RICORDO - "Milano, 1953 o 54, 6-0 Inter: una festa infinita".



GIANNI AGNELLI - "C'era amicizia tra lui e mio padre. Una volta mio padre stava prendendo John Charles (andato poi alla Juve), quando gli venne un infarto ed era a letto. So che parlò con Agnelli e gli disse che approfittava del fatto che stesse male: tra i due poi finì in una cena, il che faceva capire il loro costante rapporto".

RIVALITA' OGGI - "È diversa, oggi all'Inter c'è una famiglia cinese che deve costruirsi una storia, mentre la Juve ha Andrea Agnelli ma è diventata un'azienda: c'è una rivalità legata anche al passato, non piacevolissimo, con Calciopoli".

MOURINHO - "Rapporto molto bello, di carica costante e reciproca perché puntavamo a fare bene, poi è rimasto un rapporto d'affetto".

MAROTTA E CONTE - "La Juve ha deciso di liberare entrambi e avrà avuto le sue ragioni, poi ha continuato a vincere. L'Inter ci ha sicuramente guadagnato portando a casa l'esperienza di entrambi, Conte ha voglia di dimostrare di essere il migliore e questo ci gioca a favore".

ICARDI - "Gestita bene? Non credo: se l'obiettivo era venderlo ci si doveva comportare così, non se si voleva tenerlo".



JUVE DI SARRI - "Mi piace, non è facile andare in una squadra che ha vinto tanto, lui è stato coraggioso e sta portando la sua idea di gioco diverso facendo sì che la squadra non abbia rimbalzi negativi. Il presidente punta sempre a vincere, è un dovere verso i tifosi, ma la scelta della società mi ha meravigliato proprio nel senso di vedere la Juve giocare diversamente. C'è anche il discorso Champions: cambiando gioco può cambiare il destino".

RISPONDERE A CR7 CON MESSI - "Quello era impossibile, ma quella mossa mi ha meravigliato. La Juve ha fatto un salto in avanti non richiesto. Poi a essere stati là, chi lo sa...".

RAZZISMO - "Infantino ha sottolineato che siamo in ritardo su un fenomeno che dovrebbe essere superato da tempo: bisogna partire dalla scuola, dall'educazione alla normalità".

CENA CON UN PRESIDENTE - "Andrea Agnelli fa cose strane come i continui ricorsi contro l'Inter, che non riesco proprio a capire, ma è quello che conosco di più e fa sempre piacere".

FUTURO INTER - "Conte è uno che non molla, tiene alta la tensione di tutta la squadra, vivremo un'annata interessante".



MANCA L'INTER? - "Manca perché noi, come famiglia, siamo intrisi di storia dell'Inter e ci sentiamo sempre parte di essa. La viviamo come la storia di un figlio o di un parente".

INTER-JUVE - "La vedrò allo stadio, con qualcosa dell'Inter addosso".

fonte: ilbianconero.com

CalcioJ.com , il sito di riferimento dei tifosi juventini

Juventus-Notizie-Calciomercato-Evidenza

@ Copyright - CalcioJ.com