Menu

Antonio Conte ha parlato ai microfoni di Inter TV al termine del match perso contro la Juventus: "Sinceramente ho poco da rimproverare alla squadra, a parte quei 15 minuti di sbandamento arrivati subito dopo l'uscita dal campo di Sensi. Dobbiamo capire dove migliorare. Oggi abbiamo incontrato una squadra che, per qualità e quantità, è molto distante. Dobbiamo essere umili e capire questo ma, al tempo stesso, anche essere orgogliosi che ce la siamo giocata a viso aperto. Capisci che ci sono dei momenti in cui loro gestiscono, noi andiamo troppo d'istinto e perdiamo i riferimenti".

"Ho fatto i complimenti ai ragazzi perché hanno dato tutto, ma c'è da riconoscere il valore dell'avversario, che oggi è fuori portata per noi. Continuiamo così, ci saranno ancora cadute che dovranno farci diventare più forti. Noi dobbiamo pensare a noi stessi, a continuare a lavorare e a sviluppare le nostre idee. Questa è una squadra che dà emozioni, al di là di tutto. E la nostra strada è questa, quella che ha messo in difficoltà Barcellona e Juventus. Se poi pensiamo che da un momento all'altro si possa eludere un percorso io dico che è molto molto difficile".

Come sta Godin? 
"Un leggero affaticamento lo lamentava, ma è stata una sostituzione. Ha dimostrato grande personalità e ha giocato un buon match. Il nostro obiettivo sarà, nei prossimi 25 giorni in cui giocheremo ancora 7 partite, cercare di coinvolgere più giocatori della rosa, perché fin qui non ho potuto farlo. Sensi e Barella, per esempio, le hanno giocate praticamente tutte".

L'infortunio di Sensi? 
"Affaticamento all'adduttore, farà degli accertamenti. E ripeto: lui, Barella, Skriniar, Brozovic e De Vrij hanno fatto quasi tute le partite, sei e mezzo o sette. Il discorso è sempre quello: coinvolgere tutta la rosa per fare un po' di turnover".

fonte: tuttojuve.com

CalcioJ.com , il sito di riferimento dei tifosi juventini

Juventus-Notizie-Calciomercato-Evidenza

@ Copyright - CalcioJ.com