Allegri annuncia: “Escluse fratture per Szczesny! Milik più esperto di Vlahovic…”

Allegri annuncia – Massimiliano Allegri parla ai microfoni di Sky Sport dopo la gara vinta 2-0 contro lo Spezia:

TURNOVER – “In questo momento siamo freschi, abbiamo bisogno di conoscenza poi è questione di caratteristiche, nel centrocampo con 2 di qualità e uno come Rabiot che è stato straordinario, avendo fuori Pogba e Paredes è arrivato oggi devo cercare di continuare. A Firenze magari cambieremo, con Di Maria ho rischiato ma avevo bisogno di energia positiva, lui e Kostic e Milik bene. I cambi sono importanti”.

LA PARTITA – “A inizio stagione l’importante è portare a casa i risultati, la condizione non è ottimale, ci sono partite ogni 3 giorni, la conoscenza all’interno della squadra, ci sono giocatori nuovi. Dobbiamo migliorare la gestione della partita, dopo 25-30 minuti bene abbiamo perso alcuni palloni banalmente e ci siamo smarcati all’indietro mentre prima correvamo in avanti. In quei momenti bisogna passare senza rischi, ci hanno infilato, abbiamo perso ordine, si devono far passare quei 5 minuti”.

CENTROCAMPO – “Primo tempo bene poi è calato. Secondo tempo di nuovo bene, è venuto fuori. Molto contento di lui. Non ha sbagliato uno stop, pochi giocatori controllano il pallone come lui”.

SZCZESNY – “Escluse fratture, una contusione”.

GESTIONE – “Bisogna migliorare, Dusan gol straordinario ha lavorato bene ha fatto la lotta, una delle migliori prestazioni in assoluto ha pulito molto la palla ha ancora margini di miglioramento, nella ripresa due letture che ha tagliato ma doveva andare dall’altra parte, è migliorato molto. Poi Milik, è più esperto ha una pulizia diversa. Dusan arriverà al massimo quando riuscirà ad essere più pulito, deve essere più tranquillo nell’apirre il gioco, tanto le qualità da goleador non mancano”.

MODULO – “Paredes dà qualità, Locatelli può essere più libero e meno responsabilità. Le partite dove abbiam ofaticato a costruire e dove abbiamo giocato con un solo centrocampista in costruzione. Zakaria si inserisce come McKennie, Rabiot è tra muro e costruzione, Miretti e Locatelli si aiutano nello sviluppo dell’azione e Paredes può farci crescere”.

FISCHI – “Adesso è importante il risultato, poi ci sono i momenti delle partite, poi ci sono anche gli avversari. Normale che bisogna crescere, questi ragazzi anche in difficoltà vanno aiutati, la Juve arriva da due anni dove non si vince, siamo partiti bene, serve entusiasmo e l’aiuto di tutti. Se le cose vanno male giusti i fischi. A me essere bellini ma non vincenti non mi piace”.

Leonardo Costahttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Dopo varie esperienze lavorative nell'ambito giornalistico, mi sono specializzato in quello sportivo e in particolare con il portale Calcioj.com. Da sempre pratico sport con una passione particolare per il calcio e la bici. Occhio sempre vigile sull'evoluzione dell'informazione.

ultimi articoli