Allegri in conferenza: “Ecco quando tornano Pogba e Vlahovic! Su Chiesa…”

Allegri in conferenza – Massimiliano Allegri alla vigilia della gara contro la Cremonese. Ecco le sue parole riportate da TuttoJuve.com:

Che seconda parte di stagione si aspetta?

“Domani ripartiamo dopo 52 giorni di stop con una partita molto complicata e difficile. La Cremonese nelle ultime due partite in casa non ha subito gol, è una che tira molto in porta. Con il Napoli ha fatto una partita tosta e ha preso 4 gol nel finale. Sono una squadra aggressiva e sarà una partita complicata. Domani bisogna avere grande umiltà”.

Come sta Pogba?

“Sta correndo. La cosa più importante è che il ginocchio non è gonfiato se dovesse continuare così potrebbe rientrare tra 15-20 giorni, però tutto dipende dall’evoluzione del suo ginocchio, quando si alzano i ritmi vedremo quanto e come potrà allenarsi con la squadra. Se tutto va bene, vedremo step by step”.

Ha già deciso la formazione di domani? Akè può avere del minutaggio?

“Per la formazione devo valutare e decidere. Gli argentini sono tornati stanno discretamente bene. Sulla formazione deciderò domani. Se non succede qualcosa oggi andremo tutti a Cremona”.

Chiesa è disponibile?

“Sta meglio, ha lavorato con la squadra ed è pronto per un segmento di partita. Oggi valuterò e parlerò con i giocatori anche perchè domani i cambi saranno importanti. È la ripresa, ci sono giocatori in ritardo però quelli che hanno lavorato qui stanno bene”.

Non conveniva far tornare prima gli argentini?

“Assolutamente no. Non abbiamo mai avuto una situazione di emergenza, perchè i ragazzi che sono rimasti qui hanno lavorato molto bene.Dobbiamo guardare da oggi fino al 5 giugno e non possiamo guardare solo ad una partita. Far rientrare gli argentini un giorno prima non avrebbe cambiato nulla, laggiù hanno seguito un programma, era giusto che si godessero la vittoria del Mondiale che non capita tutti i giorni”.

Giocheranno i tre brasiliani? Come sta Szczesny?

“Valuterò se far rientrare o meno Szczesny. Sui brasiliani valuterò perchè poi tra 72 ore rigiochiamo. Andranno gestite le forze, perchè in questo momento andranno fatti dei cambiamenti”.

Come si convince Rabiot a rinnovare?

“Credo che in questo momento non serva a niente parlare di mercato. Rabiot sta bene ed è tornato con entusiasmo e voglia. Pensiamo al campo”.

Ha paura di qualche contraccolpo dovuto all’inchiesta?

“Su questo argomento si è già espressa la società con un comunicato. Non ho altro da aggiungere”.

Come si riparte?

“L’importante è giocare da squadra come abbiamo fatto nelle ultime partite. Domani sarà una partita difficile e complicata, dopo le soste le partite sono più complicate. Sono curioso di vedere come approccerà la squadra. Bisognerà essere bravi a rientrare nel clima partita dopo 52 giorni”.

Ora arriva il bello o il difficile?

“Bello e difficile, perchè nella seconda parte di stagione si decidono i trofei. Va vissuta con entusiasmo, voglia e responsabilità. Fa parte del lavoro altrimenti sarebbe tutto piatto. Nella prima parte vale tutto invece nella seconda non hai più tempo di recuperare. Questo è il bello”.

Hai parlato con Di Maria e cosa si aspetta da lui in questa seconda parte di stagione?

“Sta discretamente bene. Per quanto riguarda Di Maria e i giocatori che sono stati fuori: abbiamo giocatori che non abbiamo quasi mai avuto, come Vlahovic che speriamo di riaverlo nel più breve tempo possibile. Abbiamo tante partite, per arrivare a giocare 37 partite, in 5 mesi, tolta la sosta della nazionale, è una partita ogni 4 giorni. C’è bisogno di tutti, sia fisicamente che mentalmente. Il recupero di questi giocatori è molto importante”.

Come sta Vlahovic? Vive alla giornata?

“No non vive alla giornata. Sta meglio e spero di avere tutti a disposizione nel giro di 20 giorni. Magari fra una settimana viene fuori altro e non si può mai sapere. Ora è importante concentrarsi su domani, con i rientri siamo già un numero più grande”.

Che seconda parte di stagione ti immagini?

“Quando ci sono più di 50 giorni di stop solo i risultati ci diranno se abbiamo fatto bene, se abbiamo fatto bene a dare riposo o no. Dipende tutto dai risultati. Io credo che sarà una seconda parte di stagione molto bella. Il Napoli è nettamente la favorita del campionato. Il nostro obiettivo è quello di arrivare nelle prima quattro in campionato e giocarci le finali di Coppa Italia ed Europa League”.

Pensi di poter dare del tuo a questa squadra?

“Io mi diverto quando si vince, perchè quando non si vince mi diverto ben poco. Gli infortuni capitano, noi abbiamo avuto infortuni traumatici e muscolari. Bisogna vivere giorno dopo giorno e partita dopo partita. Lavorare con tanti micro obiettivi per raggiungere poi gli i traguardi più grandi”.

allegri-itw-champions-2
Leonardo Costahttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Dopo varie esperienze lavorative nell'ambito giornalistico, mi sono specializzato in quello sportivo e in particolare con il portale Calcioj.com. Da sempre pratico sport con una passione particolare per il calcio e la bici. Occhio sempre vigile sull'evoluzione dell'informazione.

ultimi articoli