Bergonzi: “Marcenaro talento vero! Con la Juve ha avuto carattere!”

Mauro Bergonzi, a Gazzetta, spiega il fuorigioco semi-automatico. Il tutto dopo Juve-Salernitana:

GIA’ IN FUNZIONE? – “Beh, se fosse stato già in funzione certamente la posizione di Candreva si sarebbe vista. L’avrebbero presa insomma. E molto più velocemente, senza dubbio. Col nuovo sistema avresti la totalità del campo sotto controllo e quindi, soprattutto, non avresti problemi di telecamere non fruibili. Quindi gli angoli ciechi, le zone buie, non esisterebbero. Detto tutto questo…”.

OFFSIDE ATTIVO O PASSIVO – “Esattamente. Siamo sempre e comunque al fattore umano che resta l’atto finale di tutto ciò che succede. E allora dico: il fuorigioco semiautomatico può risolvere tutto ciò che è e che per forza di cose può rimanere nella sfera dell’interpretativo? Nei dettagli non conosco del tutto quella che sarà l’innovazione, so che sarà introdotta definitivamente al Mondiale in Qatar e sono curioso di vedere e capirlo, ma alla fine mi pare di intendere che c’è sempre l’uomo di mezzo. E con esso l’inevitabile – come da che mondo è mondo – fallibilità della persona”.

IL CAOS DI TORINO – “Una grande confusione e l’idea che tutti abbiano troppo i nervi scoperti. Devo dire che già dalla prima giornata mi sembrava che l’andazzo potesse diventare questo, ma non mi pare proprio normale che dopo così poche giornate ci sia questo clima così surriscaldato in cui, per gli arbitri ma non solo, lavorare potrebbe diventare assolutamente non facile”.

IL MOTIVO – “Alcune giornate sono filate lisce ma vedo allenatori che si lamentano, giocatori che vanno a grappolo attorno all’arbitro come e più di prima, proteste, un grandissimo nervosismo che sinceramente non riesco né a capire né a giustificare. Mi sono immedesimato anche in Marcenaro, ovvero un ragazzo – di talento vero, credetemi – che deve prendere decisioni mentre dietro 40 persone si “azzuffano”. Gli servirà per crescere certo, ma è stato bravo. In sostanza, però, tutti devono stare più calmi: troppa tensione già alla sesta giornata, è inspiegabile”.

DOPO L’ULTIMA GIORNATA – “Che Marcenaro, e mi ripeto, si è trovato in una situazione difficilissima ma uscendone con grande carattere. Gli dico bravo. Bravo davvero. E poi che nel 2022 certi errori come quelli che abbiamo visto in Lecce-Monza non possono più capitare. Non devono più capitare”.

marcenaro-arbitro
marcenaro-arbitro
Leonardo Costahttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Dopo varie esperienze lavorative nell'ambito giornalistico, mi sono specializzato in quello sportivo e in particolare con il portale Calcioj.com. Da sempre pratico sport con una passione particolare per il calcio e la bici. Occhio sempre vigile sull'evoluzione dell'informazione.

ultimi articoli