Paredes conferenza: “Mi ha scritto Marchisio! Provo a convincere Di Maria a restare”

Paredes conferenza – Prima volta in conferenza stampa per Leandro Paredes: oggi la presentazione del nuovo centrocampista bianconero che è arrivato alla Juve dal PSG.

L’argentino si presenta alla stampa e racconta i retroscena del suo passaggio alla Juve, di cosa l’ha spinto ad accettare l’offerta del club di Agnelli e di come si sta trovando in queste prime settimane a Torino. Ecco le sue parole riportate da ilbianconero.com:

PRIMA IMPRESSIONE – “Ciao a tutti, l’impressione è sempre buona, sono arrivato in una grande squadra con allenatore forte, possiamo fare molto meglio delle prime due partite. Sono felice di stare qua. Spero di dare il mio contributo in tutte le partite”.

COSA POSSO DARE – “Cercherò di fare il 100% di me, quanto chiede il mister e cosa ha bisogno la squadra. Essere pronto ad aiutare, per aiutare i centrali di difesa, un po’ di tutto”.

Paredes conferenza, le parole dell’argentino

ESTATE CON DI MARIA – “Quando ho saputo che sarebbe venuto qui, abbiamo iniziato a parlare della possibilità di venire a Torino. Le famiglie sono amiche, abbiamo deciso di venire qui e abbiamo fatto di tutto per venire”.

CAMBIAMENTO IN ITALIA – “Ho fatto una sola partita, non so dire cosa sia cambiato. Io sono cresciuto tantissimo”

GIOCATORE VERTICALE – “Me l’ha chiesto anche il mister, di giocare in verticale, l’ho cercato e posso darlo alla squadra e spero di poterlo fare”.

CONVINTO DALLA JUVE – “Ho scelto la Juve perché tante volte ho detto di voler venire, ho avuto la possibilità di venire e quest’anno è stata la decisione corretta. Volevo tornare in Italia, in Serie A e sono felice di essere qui”. 

TEMPI TRATTATIVA – “Sono sempre stato molto tranquillo, avevo fiducia, non solo in me ma nella società. Abbiamo parlato tante volte, erano convinti di fare questa scelta, ero tranquillo e ora sono felice”. 

MARCHISIO – “Lui è uno dei tanti che mi hanno scritto prima di venire. Voleva che giocassi qui, ho avuto un buon rapporto con lui, lo ringrazio sempre per le parole”.  

COSA MANCA ALLA JUVE – “Penso che dopo i primi 20 minuti abbiamo fatto una bellissima partita, siamo una grande squadra e possiamo lottare contro tutti. Continuiamo a migliorare, avremo risultati positivi sempre”. 

EFFETTO JUVE – “Sono due partite da quando sono qui, spero di continuare a vedere le cose qui e in tutta la Serie A. Cercheremo di giocare al meglio, di trovare risultati positivi non avuti nelle ultime partite”. 

AIUTARE LA DIFESA – “Dove vorresti giocare? Andare a prendere la palla è quello che mi piace, andare a prendere la palla, portarla su. Mi piace quel ruolo, cercherò di farlo sempre meglio”. 

GIOCO DA MIGLIORARE? – “Per me si può migliorare sempre, anche quando le cose non vanno bene. Anche quando vinci si può migliorare. Abbiamo fatto meglio a Parigi che a Firenze, abbiamo giocatori forti e sicuramente faremo molto meglio”

LINEA DI VINI – “Paragone con vino qui? Non conosco tanto, non posso paragonare”. 

PARTITA DI DOMENICA – “Tutte le partite sono importanti, erano difficili a Firenze, ce n’è un’altra difficile con la Salernitana. Speriamo di fare meglio e di vincere, che è la cosa più importante”. 

CONVINCERE DI MARIA – “Un altro anno? Spero, spero. L’ho già detto due volte da quando sono arrivato che deve restare un altro anno con noi, spero di farlo rimanere”. 

NAZIONALE – “Quali obiettivi mi sono dato? Prima di fare bene alla Juve, fare bene fino al Mondiale e pensare alla Juve. Poi penserò alla nazionale, voglio stare bene qui, giocare, cercare di raggiungere gli obiettivi e poi pensare alla nazionale”.

Leonardo Costahttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Dopo varie esperienze lavorative nell'ambito giornalistico, mi sono specializzato in quello sportivo e in particolare con il portale Calcioj.com. Da sempre pratico sport con una passione particolare per il calcio e la bici. Occhio sempre vigile sull'evoluzione dell'informazione.

ultimi articoli