Zauli: “Devo dirvi una cosa importante su Miretti! Il PSG…”

Lamberto Zauli, ex allenatore della Juve Under 19 e Under 23, a Tuttosport, intervistato su Fabio Miretti:

GLI INIZI – “il percorso di Fabio parte da ben più lontano rispetto alle scorse tre stagioni con me, dal momento che è alla Juventus da quando ha otto anni. -. Il merito della sua esplosione è della società, che l’ha forgiato e coccolato lungo tutto questo tempo. Negli ultimi anni, semplicemente, è arrivata quella crescita fisica che gli ha permesso di iniziare ad affacciarsi al mondo delle prime squadre, ma le doti fuori dal comune erano lampanti già in precedenza”.

PSG – “Vederlo sfidare mostri sacri come Neymar e Mbappé fin dal primo minuto, per certi versi, sarebbe una sorpresa. Ma Fabio ha evidenti qualità e, forse ancor più importante, una spiccata personalità: con queste doti, secondo me, può giocare ovunque e contro chiunque”.

MEGLIO LA CHAMPIONS DELLA SERIE C – “Parto dal presupposto personale per cui la tecnica è il calcio, quindi credo di sì. Più cresce il contesto in cui si gioca, più aumenta il livello tecnico tutto intorno: i compagni giocano più velocemente, con più precisione e facendo sempre la scelta giusta. È questo a rendere tutto più semplice, a patto di valere quel livello. E Fabio lo vale, eccome”. 

RUOLO – “Penso sinceramente che possa ricoprire tutti i ruoli del centrocampo: il fatto che lo scorso anno in Under 23 l’abbia impiegato per lo più in una mediana a due racconta molto sulle sue qualità e sulla sua capacità di adattamento. Si smarca molto bene, sa giocare con i compagni e fa sempre le scelte giuste: il ruolo specifico, per un ragazzo così giovane e con così tanti margini, è davvero relativo”.

CARATTERISTICHE – “Fabio è bravissimo nella prima costruzione come, allo stesso tempo, nel trovare il filtrante per l’ultimo passaggio. Ma, se devo dirne una sola, allora penso all’umiltà: è un giovane con i piedi per terra e che si mette sempre a disposizione, anche per questo credo piaccia tanto ad Allegri”.

FUTURO – “Fabio ha il calcio nel sangue, ci sono tutte le possibilità di essere di fronte a un grande talento. Sono convinto che si ritaglierà il suo spazio, soprattutto se continuerà a giocare con la sicurezza mostrata finora: non solo in Serie A in generale, ma proprio nella Juventus. Gioca già in una delle squadre più forti al mondo e può fin da subito diventare il protagonista di un’ottima stagione”.

miretti-juve-2022

Leonardo Costahttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Dopo varie esperienze lavorative nell'ambito giornalistico, mi sono specializzato in quello sportivo e in particolare con il portale Calcioj.com. Da sempre pratico sport con una passione particolare per il calcio e la bici. Occhio sempre vigile sull'evoluzione dell'informazione.

ultimi articoli