pirlo-ronaldo-allenamento-juve-continassa
pirlo-ronaldo-allenamento-juve-continassa

Ronaldo carica la Juve – Suo malgrado Cristiano Ronaldo dovrà iniziare questa Champions League seduto sul divano. Un divano di super design, per carità, comodissimo ed ergonomicissimo.

Posto a debita distanza da un televisore che probabilmente fa a gara con il maxischermo di un cinema in quanto a pollici e nitidezza d’immagine.

E che è collegato, il televisore avveniristico, ad un impianto audio che praticamente farà sembrare a CR7 di averceli in soggiorno i 20mila tifosi della Dynamo in realtà presenti allo stadio.

Ronaldo carica la Juve, le sue parole

Ciò non dimeno, il fatto è incontrovertibile, il portoghese avrà lo stesso stato d’animo d’una tigre al bioparco circondata dalle immagini della Malesia.

Recluso in isolamento – sia pure, buon per lui, asintomatico – soffrirà parecchio in questo ruolo da semplice spettatore che gli è così poco congeniale.

E spererà ancor di più che a forza di far tamponi ne arrivi uno che certifichi la sua negativizzazione al Covid 19 e gli permetta di far partire il conto alla rovescia per il rientro in campo.

Sei giorni fa, situazione analoga. Ronaldo aveva appena scoperto la sua positività al Covid – in ritiro con il Portogallo – e aveva dovuto abbandonare i compagni che si apprestavano a sfidare la Svezia.

Con grande spirito di squadra e solita pulsione da leader non aveva comunque mancato di farsi fotografare prima del fischio d’inizio del match davanti al televisore e perfettamente vestito come se avesse potuto scendere in campo. M

Maglietta della Selecão con il suo numero 7 in bella mostra. Il messaggio a latere: «E’ come se fossi lì, forza Portogallo!».

Questa sera stesso copione, sia pure a tinte bianconere. “E’ come se fossi lì” rappresenta il messaggio di fondo, che CR7 ha fatto in modo giungesse ai compagni già prima della loro partenza per l’Ucraina.

ronaldo-deluso-juve-2020
ronaldo-deluso-juve-2020

fonte: tuttosport.com