Intercettazione Agnelli: “Se viene fuori la carta Romero…”

Intercettazione Agnelli – Filoni su filoni. E un altro ora si aggiunge in casa Juventus. Nel mirino dell’inchiesta, infatti, ci sono anche i rapporti con le altre società. Le cosiddette ‘partnership‘ di calciomercato, con club terzi: risulterebbero “opacità dei rapporti debito/credito”, con la possibilità di “porre in pericolo la lealtà della competizione sportiva“. 

OPERAZIONI SOTTOTRACCIA – In particolare, sarebbe emersa una telefonata tra Agnelli e LucaPercassi, amministratore delegato dell’Atalanta. “Su un numero di elementi che abbiamo, io in questo momento devo stare fermo — dice il bianconero —, perché abbiamo Consob, Guardia di finanza e qualsiasi cosa che ci stan guardando sugli ultimi due anni. Allora io vorrei chiudere questa roba qua e poi tornare a mettere a posto — consapevole di quello che abbiamo, le varie situazioni”.

Come racconta La Gazzetta dello Sport, più avanti Percassi accenna anche all’esistenza di una lettera relativa all’affare Romero, passato dall’Atalanta al Tottenham (con Paratici nuovo d.g. degli inglesi) dopo essere stato ceduto dalla Juve ai bergamaschi: “Io quella lettera lì non potrò mai tirarla fuori, perché dovessimo andare in giudizio viene fuori che ho fatto falso in bilancio”.  

LE ALTRE SQUADRE – Nelle carte compaiono, oltre all’Atalanta, Sampdoria, Sassuolo, Empoli e Udinese. Il modus operandi è esplicitato – secondo l’accusa – da Paratici in una telefonata con il direttore sportivo del Pisa, Giovanni Corrado: l’oggetto del discorso è l’attaccante Lorenzo Lucca. “L’ho sempre fatto, anche con Caldara — dice l’ex capo dell’area sportiva — l’operazione devi farmela fare a me! Dammi retta, l’operazione la faccio io anche per il Pisa! Tu devi darmi solo le linee, la metto a posto io. L’ho fatto per il Genoa tutta la vita, l’ho fatto per l’Atalanta tutta la vita, l’ho fatto per il Sassuolo tutta la vita.

Quando ho i parametri dopo sistemo tutto. Quando io facevo l’operazione per l’Atalanta o per il Genoa non è che pensavo alla Juve. Pensavo: il Genoa deve star bene perché se non deve fare l’operazione, allora come lo devo fare? Gli do un fisso, gli do un bonus che rimane al Genoa, gli do un bonus quando arriva alla Juve. Se va tutto bene troppi soldi per tutti! Dammi retta, fammi fare a me l’operazione”.

agnelli-conferenza-stampa-juve
agnelli-conferenza-stampa-juve

fonte: ilbianconero.com

Leonardo Costahttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Dopo varie esperienze lavorative nell'ambito giornalistico, mi sono specializzato in quello sportivo e in particolare con il portale Calcioj.com. Da sempre pratico sport con una passione particolare per il calcio e la bici. Occhio sempre vigile sull'evoluzione dell'informazione.

ultimi articoli