nedved-intervista
nedved-intervista

Pavel Nedved, vice presidente della Juventus, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo il sorteggio per gli ottavi di finale di Champions League che ha visto la Juve pescara il Lione: “Non ci possiamo lamentare, l’anno scorso beccammo l’Atletico Madrid che secondo me era una squadra più difficile da affrontare. Oggi possiamo essere contenti, ma in Champions League se non arrivi in forma a febbraio-marzo non lo passi il turno.

I PRECEDENTI – Nedved: “Nel 2014 e 2016 abbiamo avuto precedenti positivi con il Lione, ma i numeri non contano niente. Conterà la forma attuale di quel momento specifico della stagione”.

TRIDENTE – Nedved: “E’ bello vedere giocare Ronaldo, Higuain e Dybala assieme. Secondo me possono giocare sempre insieme, possono fare così bene se corrono e si aiutano tra di loro. Mister Sarri sceglie ovviamente i giocatori in base alla forma attuale di ognuno di loro. Era facile sceglierli e farli giocare ieri”.

CHI TEME – Nedved: “A dir la verità non ho visto bene il Lione, ero sicuro che non l’avessimo pescato ma che ci sarebbe capitata una squadra inglese. Non bisogna che questa Champions diventi una ossessione, ma che sia un obiettivo concreto è una cosa certa. Ci sentiamo all’altezza di tutte le altre squadre, siamo alla pari con gli altri competitor per la vittoria finale.

CRITICHE – Nedved: “Quest’anno si è arrivati a mettere in discussione giocatori come Ronaldo e Buffon, quindi di che parliamo. Sono due giocatori che sono dei fuoriclasse, quando servono escono allo scoperto e ti risolvono la stagione. Cristiano ora sta uscendo fuori dopo aver avuto dei problemi fisici. Per me è importante che tutta la squadra arrivi in forma a fine febbraio e inizio marzo”.

nedved-esulta-juve
nedved-esulta-juve