Sarri pullman Juve
Sarri pullman Juve

Quando finalmente il Coronavirus sarà sconfitto e si potrà tornare a giocare a calcio, sembrerà quasi (speriamo solo quasi) di riprendere dopo la pausa estiva tra una stagione e l’altra. A rafforzare l’analogia in casa Juventus ci saranno anche un paio di “nuovi acquisti”.

Uno sarà ovviamente Giorgio Chiellini, appena tre presenze fino a oggi. L’altro sarà Aaron Ramsey, che di partite ne ha giocate 24 ed è stato prezioso anche nella prima metà della stagione (il gol del pareggio contro il Verona all’andata e quello che sbloccò il risultato a Mosca con la Lokomotiv sono due esempi), ma che non si è mai espresso ai livelli mostrati nell’Arsenal. Fino alle ultime settimane: quando la Juventus ha trovato il vero Rambo.

Negli occhi di tutti, per l’importanza della partita, restano il gol e l’assist a Dybala contro l’Inter, ma la svolta è arrivata prima. Al 39’ di Spal-Juventus del 16 febbraio: quando Ramsey con un lancio perfetto ha mandato Cuadrado a crossare per il vantaggio di Ronaldo.

Già in crescita atletica la settimana precedente contro il Brescia, quando aveva provocato l’espulsione di Ayé e la punizione del gol di Dybala, quella giocata decisiva lo ha sbloccato mentalmente e nella ripresa ha ritrovato anche il gol. Un gol da Ramsey, con un inserimento perfetto in verticale a raccogliere il filtrante delizioso di Dybala e trasformarlo in gol con un pallonetto di classe.

Impiegato solo nel finale a Lione, dove comunque aveva pennellato il pallone su cui Denayer aveva commesso un fallo da rigore su Ronaldo non rilevato da Gil Manzano, contro l’Inter ha confermato la sua crescita. Con una prova maiuscola, oltre che con il gol e l’assist: 91% di passaggi riusciti e 5 palloni intercettati, tanto per citare due dati Wyscout.

ramsey-gol-champions
ramsey-gol-champions

fonte: tuttosport.com