Tardelli: “Scudetto Juve? Devo dirvi una cosa”

Marco Tardelli ha parlato in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport sui bianconeri e sulla Serie A: “Napoli ancora favorito? Per forza: a 44 punti come potrebbe non esserlo? Perdere contro l’Inter può capitare, ma contro la Samp l’ho visto di nuovo bene, soprattutto nel secondo tempo: hanno giocato tranquilli, come non avevano fatto a Milano. Però dire che uno scudetto è già vinto all’inizio di gennaio è un po’ presto”.

JUVE CREDERCI – «Perché se va avanti così, otto vittorie di fila e senza prendere un gol, come minimo è una squadra pesantemente sul pezzo. Non so se basterà per lo scudetto, ma è in grande recupero».

PRESSIONE – «Molta: sicuramente al Milan, ma pure al Napoli. Che, sicuramente, giocano un pochino meglio della Juve».

DIFESA BLINDATA – «No: vuol dire che il centrocampo funziona molto bene. La difesa e i suoi interpreti sono importanti, ma solo se davanti c’è una protezione adeguata».

8 DI FILA E GLI 1-0… – «Se la Juve lo sta facendo, vuol dire che si può». 

SCUDETTO – «Magari sì, ma dovevano iniziare prima per riuscirci. Non erano, però, determinati come lo sono adesso».

POGBA, VLAHOVIC, CHIESA, DI MARIA INSIEME – «Si può trovare, magari non in tutte le partite. Arriverà anche il momento in cui qualcuno avrà bisogno di riposare: Di Maria, per esempio, mi sembra possa aver problemi a giocare tante partite ravvicinate. Però Vlahovic e Chiesa insieme ci stanno benissimo, e Pogba alle loro spalle anche. Bisogna vedere quando Pogba e Vlahovic recupereranno davvero al cento per cento. Ma nel frattempo Milik sta facendo molto bene».

VICENDE EXTRA – «Credo di no: quando nello spogliatoio fai gruppo, soprattutto nei momenti difficili, a volte riesci ad andare addirittura meglio. E Allegri in queste situazioni si esalta. Altre volte la Juve era in difficoltà, o molto indietro in classifica, e poi ha recuperato».

NAPOLI-JUVE – «Determinante se la Juve dovesse perdere: a quel punto credo proprio che lo scudetto non potrebbe più vincerlo. Ma se dovesse vincere, ci crederebbe ancora di più. E forse ci crederebbero di meno le altre».

tardelli-rai
tardelli-rai
Leonardo Costahttps://www.calcioj.com
Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Torino. Dopo varie esperienze lavorative nell'ambito giornalistico, mi sono specializzato in quello sportivo e in particolare con il portale Calcioj.com. Da sempre pratico sport con una passione particolare per il calcio e la bici. Occhio sempre vigile sull'evoluzione dell'informazione.

ultimi articoli